Incendio in Toscana: inferno sul Monte Serra (Pisa)

Incendio in Toscana: tramontana impetuosa, fiamme di 30m, centinaia di persone evacuate. Un inferno!

Incendio? No, un inferno!

Ore 22 circa di Lunedì, 24 Settembre 2018. Buio, vento inarrestabile e … le prime lingue di fuoco sul Monte Serra, nei dintorni di Pisa che si sono ingigantite raggiungendo i 30m di altezza. Oltre 600 persone evacuate, ettari ed ettari di bosco (quasi 600 al momento) rasi al suolo, una grigia nube incombente che ha preso forza durante tutta la notte, giungendo all’alba fino alla città di Pisa.

Ma c’è di peggio!

 L’origine dell’incendio sembra dolosa, sia per l’improbabilità che un incendio prenda vita da solo alle 10 di sera che per la possibilità che vi sia stato più di un innesco. Fatto sta che il fuoco ha preso vita e forza, minacciando il paese di Montemagno. Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco del Comando di Pisa, squadre volontarie, due canadair ed elicotteri (che per ore non sono potuti partire per le fiamme ed il forte vento). Così come immediato l’aiuto e la sistemazione degli abitanti nei dintorni nella palestra locale, in parrocchia, etc. tanto che al momento, per fortuna, non risultano né feriti né dispersi. Nel frattempo, le lingue di fuoco continuavano ad ingoiare velocemente gran parte del versante di Calci.

La Regione Toscana ha immediatamente 200.000€ per l’emergenza. A questo, però, si affianca la difficoltosa previsione meteorologica che prevede un ulteriore aumento del vento di tramontana che potrebbe raggiungere nel pomeriggio di oggi anche i 50km/h.

Al momento, vi sono 80 Vigili del Fuoco180 squadre anti-incendio inviate dalla Protezione Civile50 volontari ed operai forestali4 canadair, 1 elicottero della Regione Toscana, 1 Chinook ed 1 S24 venuti da Napoli. A noi, non ci resta che attendere e sperare che questo inferno abbia presto fine.

 

Precedente Tartufo Bianco: inizia la caccia al "diamante profumato" Successivo Topinambur: la riscoperta del "carciofo di Gerusalemme"